Contributo Ambientale PFU

DECRETO MINISTERIALE n. 82 dell’11 aprile 2011, attuativo del Decreto Legge 152/2006
Dal 7 settembre 2011, quando si acquisterà un nuovo pneumatico si vedrà indicato in fattura o nello scontrino fiscale il valore del contributo ambientale, separato dal prezzo del pneumatico. Il costo del riciclo del pneumatico diventa così trasparente.

L’obiettivo finale è quello di rendere operativo il sistema di gestione dei Pneumatici Fuori Uso (PFU) che dovrà garantire l’invio a recupero del 100% dei pneumatici a fine vita generati sul territorio nazionale italiano.

A cosa serve e come viene gestito il Contributo Ambientale

Il contributo ambientale ha l’unico scopo di finanziare la raccolta e il recupero dei Pneumatici Fuori Uso, una tipologia di rifiuto ingombrante, non biodegradabile e potenzialmente tossico (se incendiato in ambiente libero), che ogni anno in Italia viene prodotto in grandi quantitativi.

Parliamo di 380.000 tonnellate l’anno di PFU, un terzo delle quali sfugge ancora al corretto recupero, disperdendosi in circuiti illegali: discariche abusive, smaltimento illecito all’estero, utilizzo come combustibile in roghi di varia natura, producendo in tal modo fumi e percolati di natura tossico-nociva che possono contaminare il terreno e le falde acquifere e avere un impatto dannoso sulla salute umana e sull’ambiente.

Il contributo ambientale viene gestito dai produttori e dagli importatori di pneumatici, responsabili per legge della raccolta e del recupero dei PFU prodotti. I contributi ambientali raccolti vengono utilizzati esclusivamente per sostenere i costi di recupero.

La certezza della corretta gestione dei Pneumatici Fuori Uso viene assicurata dal Ministero dell’Ambiente, il quale controlla periodicamente che ogni produttore raccolga e invii a recupero il 100% della propria quota di responsabilità. Sono previste, infatti, pesanti sanzioni per i produttori in caso di inadempienza.

Secondo la normativa, infatti, i produttori e gli importatori di pneumatici sono responsabili del recupero dei PFU in misura proporzionale ai quantitativi di pneumatici nuovi immessi sul mercato l’anno precedente.


Racing Gomme di Davide Paolasso - Via Martiri del XXI, 20 - Pinerolo 10064 (TO)
Tel e Fax 0121 70470 - Posta Elettronica - P.iva 07199950010


Power by IridSystem
Copyright © 2012-2013 - IridSystem.it